Torna alle news

Lenti a contatto: sfatiamo qualche falsa credenza

Notizia pubblicata il 07/12/2018

Le lenti a contatto sono un prodotto amatissimo da chi decide di usarle ma nonostante ad oggi il loro utilizzo sia sensibilmente aumentato rispetto al passato, restano ancora in molti quelli che rinunciano a provarle a causa delle informazioni scorrette che ricevono.


Le lenti a contatto aiutano davvero chi ha difetti visivi da correggere: sono comode, aiutano a mantenere una messa a fuoco stabile e precisa, ti offrono la possibilità di fare qualsiasi tipo di attività e movimento e coprono tutto il tuo campo visivo.


Andiamo quindi ad esaminare le false credenze costruite intorno a questo prodotto:




  1. Le lenti a contatto sono scomode: averle provate una sola volta tanti anni fa non conta! Ricordati che sul mercato esistono tanti marchi diversi, lenti a contatto realizzate con materiali diversi e con caratteristiche diverse. Inoltre, non dimenticare che il progresso tecnologico in questo settore è molto veloce ed estremamente all’avanguardia e ha permesso di realizzare un prodotto con una migliore permeabilità all’ossigeno e di conseguenza, una migliore prestazione in termini di comfort;




  2. Non esistono lenti a contatto per correggere l’astigmatismo: Assolutamente sbagliato! Le lenti toriche esistono e restano in posizione corretta per offrire sempre una visione nitida e stabile;




  3. Le lenti a contatto possono provocare infezioni agli occhi: la cosa importante da sapere è come prendersi cura dei propri occhi e di quelle che sono le abitudini igieniche oculare da adottare come routine per eliminare ogni possibilità di fastidiosi disturbi o patologie. Con piccoli accorgimenti sarà facile garantire la pulizia e la sicurezza di tutta la zona oculare;




  4. Le lenti a contatto possono restare incastrate nell’occhio: questa è assolutamente una falsa credenza! Non è possibile che una lente a contatto si “perda” nell’occhio. Questo perché una sottile membrana, la congiuntiva, evita che le lenti si perdano. Se una lente a contatto dovesse spostarsi, sbattendo le palpebre è possibile riportarla nella posizione corretta;




  5. Avere cura delle lenti a contatto è difficile: molti pensano che prendersene cura è dispendioso in termini economici e di tempo, ma in realtà si tratta solo di una questione di abitudine. La disinfezione delle lenti a contatto è un passaggio fondamentale che richiede solo pochi minuti. Ma ad oggi ci sono soluzioni multiuso che permettono di pulire e conservare al meglio le lenti. In alternativa ci sono sempre le lenti a contatto giornaliere, che a fine giornata potete gettare.